Summer School “Bone across the life span"

  dal 02/10/17 al 06/10/17.
Sono aperte fino al 15 settembre le iscrizioni per la Summer School della Scuola di Medicina dell’università di Verona dal titolo “Bone across the life span: function, dysfunction and therapy. Education, tools and strategies to optimize your patient outcomes”, in programma dal 2 al 6 ottobre.

Le  cinque giornate formative verteranno sugli aspetti dell’osso nelle varie fasi della vita: si alterneranno lezioni di anatomia, biologia e genetica, fino ad argomenti clinici e terapeutico-gestionali con l’obiettivo di  fornire al strumenti aggiornati per la gestione e il trattamento del paziente affetto da patologie scheletriche. Saranno presenti docenti di fama nazionale ed internazionale, tra cui Socrates Papapoulos, docente dell’università di Leiden e Roland Chapurlat, docente dell’università di Lione, che contribuiranno ad arricchire il bagaglio delle nozioni fornite in questo percorso formativo mettendo a disposizione l’esperienza di prestigiose università europee.

“Le patologie muscolo-scheletriche rappresentano uno degli ambiti clinici più rilevanti nella popolazione occidentale in termini di prevalenza, incidenza e morbidità”, spiega Luca Dalle Carbonare, direttore della Summer School insieme ad Angelo Pietrobelli, Nicola Smania e Maria Teresa Valenti. “Un’ottimale conoscenza dei meccanismi fisiologici alla base dell’omeostasi scheletrica e delle maggiori alterazioni che conducono alla patologia insieme all’analisi di tutti gli aspetti clinici e laboratoristici necessari alla gestione di queste problematiche nonché delle strategie terapeutiche disponibili sono elementi essenziali per un corretto approccio e gestione delle malattie in tale ambito”.

Il comitato scientifico è composto da Alfredo Guglielmi, presidente del Consiglio della Scuola di Medicina e Chirurgia e dai direttori di dipartimento Domenico De Leo (Diagnostica e Sanità pubblica), Pierfrancesco Nocini (Scienze Chirurgiche, Odontostomatologiche e Materno-infantili), Oliviero Olivieri (Medicina), e Andrea Sbarbati (Neuroscienze, Biomedicina e Movimento).
Il corso si rivolge sia a personale in formazione, che potrà completare le proprie nozioni, sia a specialisti che vogliano implementare, affinare ed aggiornare le proprie conoscenze diagnostiche e terapeutiche. Per informazioni è possibile contattare l’organizzazione dell’evento.


Organizzazione

Strutture del dipartimento