Presentazione del libro Buoni stili di vita a scuola. Progetti territororiali da Più Sport @ Scuola a DEDIPAC

  giovedì 7 dicembre 2017
Giovedì 7 dicembre, alle 17.30, alla Società Letteraria di Verona, piazzetta scalette Rubiani 1, presentazione del libro Buoni stili di vita a scuola. Progetti territoriali da Più Sport @Scuola a DEDIPAC. Gli autori, Massimo Lanza, Luciano Bertinato, Federico Schena, e l’autrice, Francesca Vitali, ne parleranno con Stefano Quaglia, dirigente dell’ufficio scolastico provinciale di Verona e Massimo Valsecchi, medico igienista e direttore del dipartimento di prevenzione Ulss 20 di Verona.

Il libro illustra il progetto veneto Più Sport @ Scuola, mettendone in luce il modello organizzativo: la sua ideazione e realizzazione, le linee guida della sua attuazione, i risultati e i risvolti culturali e pratici dell’esperienza. Più Sport @ Scuola è uno studio sorto dal consorzio multidisciplinare DEDIPAC, acronimo di Determinants of Diet and Physical Activity, nato nel 2013 da un’iniziativa europea che ha coinvolto sessanta centri di ricerca in tredici paesi europei. DEDIPAC si è posta l’obiettivo di individuare e comprendere, attraverso quello che è definito il modello ecologico, i fattori che influenzano in modo significativo i comportamenti alimentari, l’attività fisica, la sedentarietà.

Attraverso DEDIPAC si è creata una rete internazionale di ricercatori alla quale Scienze motorie dell’università di Verona ha preso parte promuovendo e organizzando, insieme all’Assessorato regionale allo sport e la Sovraintendenza scolastica regionale, l’iniziativa Più Sport @ Scuola. Il progetto, iniziato nel 2004 e durato fino al 2015, si è costituito, così si legge nell’introduzione del volume, come “un ponte tra scuola e territorio, per offrire ai giovani significative opportunità di attività motoria e sportiva che contrastassero l’epidemia di sedentarietà e la disaffezione allo sport della nostra società”. Valorizzare la cultura sportiva e motoria per promuovere stili di vita attivi per studentesse e studenti delle scuole pubbliche primarie e secondarie di secondo grado del Veneto.

La collaborazione tra diversi enti, nella prospettiva di mettere insieme risorse e competenze, attraverso un lavoro relazionale efficace, ha agito valutando e monitorando, con analisi comparative, i metodi di ricerca adatti a promuovere una sana alimentazione e la pratica costante di attività fisica. Il lavoro si è svolto studiando i fattori che determinando i comportamenti alimentari e sportivi nei bambini e negli adolescenti.

Scienze motorie ha organizzato incontri di formazione per la formazione dei referenti sportivi scolastici, le cui azioni sono ben descritte nel volume, ha aperto piattaforme online di monitoraggio delle pratiche motorie e sportive scolastiche e si è occupata dello sviluppo delle linee guida per candidare il progetto a modello della promozione del benessere. I docenti Lanza, Bertinato, Vitali e Schena hanno deciso di scrivere dell’esperienza, dando forma a un testo esaustivo che va a interrogare i ruoli degli enti coinvolti, metodi di ricerca trasversali e contesti di azione. 

Un progetto multidisciplinare, il cui prologo era stata la significativa iniziativa di Alfabetizzazione motoria nelle scuole primarie.
 
 

Allegati



Organizzazione

Strutture del dipartimento