Predisposizione genetica alle malattie multifattoriali: asma allergica infantile e malattie cardiovascolari.

Data inizio
25 settembre 2005
Durata (mesi) 
48
Responsabili (o referenti locali)
Trabetti Elisabetta
Parole chiave
asma allergica, cardiovascolare, genetica, polimorfismi DNA

Recenti sviluppi nell'area della genetica molecolare hanno contribuito allo studio delle malattie multifattoriali (1,2), tra cui l'asma allergica infantile e le malattie cardiovascolari (CVD).
L'asma e' una comune malattia infiammatoria delle vie aeree caratterizzata da una considerevole eterogeneità sia nel fenotipo che nella fisiopatologia. La patogenesi dell’asma non è ancora del tutto nota, tuttavia, l’osservazione di aggregazione familiare e di una diversa prevalenza della malattia nei diversi gruppi etnici suggeriscono l’importanza della componente genetica nella suscettibilità alla comparsa di asma.
Le malattie cardiovascolari rappresentano la piu' comune causa di morte nei paesi economicamente più sviluppati. Non sono completamente note le cause delle sindromi coronariche (infarto del miocardio, angina instabile, morte improvvisa), ne’ delle complicanze acute dopo angioplastica coronarica (restenosi acuta dovuta alla formazione di trombi locali) (6,7). Numerosi geni sono stati associati a malattie cardiovascolari, tra i quali diversi geni del metabolismo lipidico, dell’ipertensione, del metabolismo dell’omocisteina, della trombosi, dell’adesione leucocitaria, dei recettori piastrinici, dell’infiammazione, ed altri ancora. L'identificazione di geni coinvolti nella eziopatogenesi dell'asma e delle malattie cardiovascolari può essere determinante per lo sviluppo di criteri di prevenzione e nella scelta di trattamenti terapeutici appropriati negli individui geneticamente predisposti.
Scopo della ricerca
1. Asma allergica infantile
Determinazione delle componenti genetiche dell'asma allergica infantile e proposta del modello genetico più probabile di ereditarietà.
In particolare:
- Identificazione di regioni cromosomiche implicate nella eziopatogenesi dell’asma mediante analisi di linkage in famiglie e identificazione di geni di suscettibilita’ all’asma mediante analisi di associazione in casi-controlli
- Determinazione della frequenza allelica e genotipica per polimorfismi noti in geni candidati e ricerca di possibili nuove mutazioni in geni candidati, quali ad esempio il recettore delle immunoglobuline E, le interleuchine ed i loro recettori.
- Determinazione di interazioni gene/gene
- Determinazione di interazioni gene/ambiente

2. Malattie cardiovascolari
Determinazione del rischio genetico di sviluppare malattie in pazienti con coronaropatia aterosclerotica, angina instabile, o restenosi dopo impianto di stent coronarico.
In particolare:
- Analisi di geni coinvolti nel metabolismo dei lipidi e dell'omocisteina, nella coagulazione, nell'adesione leucocitaria, nella regolazione della pressione sanguigna, nei processi infiammatori e infettivi, nel metabolismo dei farmaci, ed altri possibili geni candidati.
- Determinazione della frequenza allelica e genotipica per tutti i polimorfismi nei geni analizzati in tutti i casi e controlli, e di eventuali ulteriori interazioni gene/gene e gene/ambiente.

Partecipanti al progetto

Angela Begnini
Michele Biscuola
Cristina Bombieri
Professore associato
Ugo Antonio Aristide Cavallari
Roberta Galavotti
Tecnico-Amministrativo
Giovanni Malerba
Professore associato
Cristina Patuzzo
Tecnico-Amministrativo
Elisabetta Trabetti
Professore associato

Attività

Strutture