Ricerca di fattori genetici nella risposta individuale al trattamento in asma bronchiale

Data inizio
24 luglio 2008
Durata (mesi) 
24
Responsabili (o referenti locali)
Malerba Giovanni
Parole chiave
ASMA BRONCHIALE, FARMACOGENETICA, GENE CANDIDATO, ESPRESSIONE GENICA, GENETICA COMPUTAZIONALE

L'asma è una malattia cronica comune con eziologia sconosciuta, per la quale sono stati sviluppati numerosi trattamenti farmacologici. La terapia farmacologica di fondo dell'asma si avvale sia di farmaci anti-infiammatori sia di farmaci bronco-dilatatori. Le difficoltà a volte incontrate nel trattamento a lungo termine dell'asma sono determinate in parte dalla diversa risposta individuale ai farmaci somministrati. Si parla infatti di eterogeneità alla risposta farmacologica.
Il miglior esempio studiato di potenziale attore nella farmacogenetica del trattamento in asma è dato da recettore beta2 adrenergico. La maggioranza degli studi clinici si sono concentrati sul polimorfismo Arg/Gly del codone 16 alla luce di studi che suggeriscono che la variante Arg16 possa essere associata a una ridotta risposta ai b2 agonisti, sia short acting che long acting.
Le risposte ai beta-agonisti rappresentano attualmente il pathway farmacogenetico più studiato in asma. E' necessario approfondire la conoscenza dei meccanismi alla base di tale associazione, in particolare per il trattamento con beta-agonisti a lunga azione (LABA).
Obiettivo dello studio è valutare la risposta clinica e spirometrica al salmeterolo e al fluticasone in relazione al genotipo del paziente. Lo studio si propone di reclutare 300 pazienti in età pediatrica che necessitano, in base alla gravità dell'asma, di uso di beta 2 long acting.
I geni candidati che verranno inclusi nello studio deriveranno dai dati della letteratura scientifica e dallo studio di espressione genica di linfociti in coltura che evidenzierà i geni differenzialmente espressi in cellule trattate rispetto a cellule non trattate. Studi recenti suggeriscono la possibile associazione della risposta al trattamento con geni che interessano i pathway che coinvolgono la regolazione del recettore b2 adrenergico, i glucocorticosteroidi, e la regolazione dei leucotrieni. Tramite un approccio bioinformatico, per i geni ritenuti più interessanti, si selezioneranno SNP potenzialmente funzionali e SNPs la cui combinazione permetta di identificare gli aplotipi più frequenti nella popolazione Caucasoide. Si procederà con un approccio di tipo statistico e informatico per individuare associazioni di SNP singoli, aplotipi o combinazioni di SNP con la risposta al farmaco e i fenotipi correlati.
Noi ci proponiamo di investigare se specifici combinazioni genotipiche in geni candidati siano presenti in pazienti asmatici, se abbiano un effetto sulle risposte a trattamenti con beta-agonisti a lunga azione e se tali effetti siano modificati dal concomitante uso di corticosteroidi inalati o inibitori dei leucotrieni.

Enti finanziatori:

PRIN VALUTATO POSITIVAMENTE
Finanziamento: richiesto
Programma: PRIN

Partecipanti al progetto

Francesca Belpinati
Tecnico-Amministrativo
Maria Demelza Bettin
Roberta Galavotti
Tecnico-Amministrativo
Giovanni Malerba
Professore associato
Cristina Patuzzo
Tecnico-Amministrativo
Luciano Xumerle
Personale di spin-off

Attività

Strutture